Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

 "Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perchè la crisi porta progressi. La creatività nasce dall'angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. E' nella crisi che sorge l'inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere 'superato'. Chi attribuisce alla crisi i suoi fallimenti e difficoltà, violenta il suo stesso talento e dà più valore ai problemi che alle soluzioni. La vera crisi, è la crisi dell'incompetenza. L'inconveniente delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie di uscita. Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non c'è merito. E' nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perché senza crisi tutti i venti sono solo lievi brezze. Parlare di crisi significa incrementarla, e tacere nella crisi è esaltare il conformismo. Invece, lavoriamo duro. Finiamola una volta per tutte con l'unica crisi pericolosa, che è la tragedia di non voler lottare per superarla."

(A.Einstein)

Così ti cambio il metallo

Se vedessimo la struttura interna dei metalli come quella delle nostre ossa o del bambù, ci accorgeremmo che questa è composta da milioni di piccoli grani sulla superficie, la cui disposizione e dimensione ne influenza le caratteristiche fisiche.

Scoperta grandiosa di un gruppo internazionale di ricercatori, che studiando appunto il comportamento di un osso o di un ramo di bambù ha capito che è possibile modificare le caratteristiche dei metalli, “semplicemente” combinando in maniera diversa la posizione dei grani che li compongono, come spiega Yuntian Zhu, professore presso l’Università della North Carolina. “Avere piccoli grani sulla superficie rende il metallo più duro, ma anche meno duttile, cioè non può essere allungato molto senza rompersi. Se però aumentiamo gradualmente la dimensione dei grani nel materiale, possiamo rendere il metallo più duttile”. La tecnica di personalizzazione delle caratteristiche del metallo battezzata struttura gradiente (gradient structure), è stata testata con un’ampia varietà di metalli, tra cui rame, ferro, nichel e acciaio inossidabile, ottenendo sempre un miglioramento delle proprietà.

Fonte:www.subfornituranews.it