Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

 "Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perchè la crisi porta progressi. La creatività nasce dall'angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. E' nella crisi che sorge l'inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere 'superato'. Chi attribuisce alla crisi i suoi fallimenti e difficoltà, violenta il suo stesso talento e dà più valore ai problemi che alle soluzioni. La vera crisi, è la crisi dell'incompetenza. L'inconveniente delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie di uscita. Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non c'è merito. E' nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perché senza crisi tutti i venti sono solo lievi brezze. Parlare di crisi significa incrementarla, e tacere nella crisi è esaltare il conformismo. Invece, lavoriamo duro. Finiamola una volta per tutte con l'unica crisi pericolosa, che è la tragedia di non voler lottare per superarla."

(A.Einstein)

Un futuro roseo per la robotica

Secondo i dati dell’International Federation Robotics (IFR) nel 2014 sono stati venduti oltre 200mila robot industriali, stabilendo un nuovo record. I robot sembrano ormai entrati a pieno titolo nelle nostre vite, producendo quasi 3 milioni di posti di lavoro negli ultimi tre anni.

Elettronica di consumo, cibo, energia solare ed eolica, produzione di batterie avanzate sono tra i settori in maggiore espansione, dove sarà più evidente l’impatto positivo dei robot industriali per l’occupazione. Ma è soprattutto la robotica di servizio a registrare la crescita più significativa. Entro il 2017 la produzione di robot di servizio destinati ad esempio alla cura della casa e all’assistenza agli anziani sarà in grado di generare un fatturato di 20 miliardi di dollari.

Fonte: www.ammonitoreweb.it